Novità per il cantiere di Parco Solari

Un importante cantiere per la M4 sarà quello di Parco Solari-Via Foppa-Via Dezza, dove verrà realizzata la stazione Solari ma anche il pozzo di calaggio delle talpe che opereranno nella tratta centrale e dove verranno estratte quelle in arrivo da S. Cristoforo.

Vi sono state importanti polemiche su questo cantiere, con la nascita di alcuni Comitati decisi a difendere il Parco a tutti i costi; alcune critiche erano basate su dati condivisibili, soprattutto per quanto riguarda la gestione dei mezzi di cantiere e l’attenzione da porre agli edifici esistenti (sebbene la staticità dei fabbricati andrebbe verificata comunque a prescindere e vi è una casistica piuttosto ampia di cantieri in zone nevralgiche che non hanno comportato crolli). Altre critiche erano, secondo noi, un po’ esagerate, a partire dall’estensione effettiva di Parco da destinare al cantiere e sulla validità e utilità di scegliere questo cantiere per il calaggio delle talpe della zona centrale.

Su quest’ultimo aspetto, su cui verte peraltro un ricorso al TAR, possiamo solo dire che dal punto di vista normativo delle opere pubbliche e contrattuale fa fede il progetto definitivo, scelto nel bando di concorso, dove è previsto il contestato pozzo di calaggio delle talpe.

Mentre sull’aspetto dell’estensione di Parco destinata a cantiere si è sentito parlare di “devastazione totale” del Parco o di percentuali di superfici del 20 o 30%. La documentazione, sicuramente scarsa, fornita dall’impresa o dal Comune durante gli ultimi mesi, mostrava già una superficie di cantiere che insisterà sul Parco decisamente inferiore e pari al 10%.

Con gli ultimi accordi tra Comune e consorzio M4 pare vi sarà una maggiore attenzione all’impatto del cantiere sul Parco e sulla zona circostante. L’area di cantiere è diminuita ulteriormente e dovrebbe coprire solo il 5% del Parco, mentre l’area di Via Dezza, dove saranno poste le attrezzature necessarie allo smarino e da dove partiranno i camion per smaltire fuori città la terra scavata delle talpe, sarà attrezzata con un “hangar” dove contenere suddette operazioni, evitando lo spargersi di polveri e si può ipotizzare anche una riduzione del rumore delle attività di cantiere.

Di seguito potete trovare la mappa del rivisto cantiere di Solari: solari_mappa

Fonte: il Corriere della Sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...