Metrotranvia Milano-Limbiate, l’ennesimo rinvio

Volentieri pubblichiamo l’appelo lanciato dai Comitati per la “METROTRANVIA MILANO-LIMBIATE” a favore del completamento del finanziamento per questa infrastruttura che ad un passo dall’essere finanziata rischia la sospensione per la mancanza della copertura del 3% della somma totale (3 su 100 milioni presenti)! Una siutazione ancora più imbarazzante di quella della Metropolitana 4.

QUI DI SEGUITO LA LETTERA CHE I COMITATI HANNO SPEDITO AL PRESIDENTE DELLA REGIONE LOMBARDIA, AI SINDACI, VICE-SINDACO, ASSESSORI CHE HANNO LA POSSIBILITA’ DI FAR RIPARTIRE L’ITER PER LA REALIZZAZIONE DELLA METROTRANVIA MILANO-LIMBIATE.
CHI VUOLE ADERIRE E’ INVITATO AD INOLTRARE IL TESTO QUI DI SEGUITO AI SEGUENTI INDIRIZZI E-MAIL:
segreteria_presidente@regione.lombardia.it 
sindaco.pisapia@comune.milano.it 
Milano, 3 Novembre 2014 
Presidente della Regione Lombardia 
Sig. Roberto Maroni 
Sindaco Metropolitano di Milano 
Sig. Giuliano Pisapia 
Per conoscenza: 
Presidente della Provincia di Monza e Brianza 
Sig. Gigi Ponti 
Vice Sindaco Metropolitano di Milano 
Sig. Eugenio Comincini 
Assessore Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia 
Sig. Alberto Cavalli 
Assessore alla Mobilità e Trasporti del Comune di Milano 
Sig. Pierfrancesco Maran 
Assessore alla Mobilità e Trasporti della Provincia di Milano 
Sig. Franco De Angelis 
Sindaci di Cormano, Paderno Dugnano, Senago, Varedo, Limbiate.
Oggetto:finanziamento metrotranvia Milano-Limbiate 
Con il 1° Gennaio 2015 la nuova Area Metropolitana di Milano entrerà nelle proprie funzioni. Molte sono le speranze poste in questo nuovo Ente ma il vuoto di potere creatosi con la prevista cessazione della Provincia di Milano sta mettendo in serio pericolo l’iter per la riqualificazione della linea tranviaria Milano-Limbiate che da anni gli utenti chiedono a gran voce. 
Il mancato conferimento da parte del Comune di Varedo e della Provincia di Monza e Brianza della propria quota di finanziamento dell’opera ha impedito alla Provincia di sottoscrivere con il Ministero delle Infrastrutture l’accordo utile per poter proseguire verso l’indizione della gara d’appalto. Ciò ci espone al rischio concreto che il finanziamento statale (60% dell’opera pari a circa 60 milioni di Euro) venga destinato ad altre opere. 
A tal proposito alleghiamo la risposta del Sottosegretario del Ministero ad una interpellanza presentata dall’On. Eleonora Cimbro e da altri sulla questione. Dalla risposta si evince che: 
• il finanziamento è ancora presente ma non destinato alla metrotranvia in quanto l’istruttoria risulta sospesa; 
• l’istruttoria può riprendere qualora venga definito il piano finanziario mediante il conferimento delle quote mancanti (Varedo e Provincia MB); 
• resta in capo agli Enti Territoriali stabilire quale debba essere il Soggetto Attuatore dell’opera in sostituzione della cessata Provincia di Milano. 
Vista la situazione, ci pare che non si possa assolutamente perdere altro tempo. Non possiamo permetterci di perdere il finanziamento statale, cosa che annullerebbe l’intera opera, necessaria per il territorio e foriera di lavoro per le imprese. 
Con la presente chiediamo quindi: 
• un intervento politico congiunto del Presidente Maroni e del Sindaco Pisapia presso il Ministero per il mantenimento del finanziamento; 
• una chiara e rapida decisione su chi debba raccogliere l’eredità della Provincia per quest’opera; 
• un’altrettanto rapida soluzione del problema delle quote mancanti. Esse potrebbero essere momentaneamente anticipate dalla Regione che ha maggiori possibilità finanziarie. Sarebbe assurdo che saltasse un’opera da 100 milioni di Euro a causa della mancanza di 3 milioni! La Regione potrebbe anche diventare il nuovo Soggetto Attuatore, visto che la linea insiste sia sull’Area Metropolitana milanese sia sulla Provincia di Monza e Brianza. 
Tutti ci hanno sempre detto che l’opera è importante e che la si vuole fare. E’ il momento di dimostrarlo con i fatti. 
Grazie per l’attenzione 
Distinti saluti

I Comitati per la “METROTRANVIA MILANO-LIMBIATE “.

4 pensieri su “Metrotranvia Milano-Limbiate, l’ennesimo rinvio

  1. Ma non sarebbe meglio utilizzare questi soldi per allungare la MM3 lungo la Comasina? Il tram alla Comasina esiste da mezzo secolo e da mezzo secolo viaggia a rilento, in mezzo al traffico in un’area ultra urbanizzata dove i mezzi di superficie non hanno spazio!!! NB

    Mi piace

    1. Il costo del prolungamento della metropolitana è molto più alto di quello della metrotranvia. Con i fondi a disposizione sarebbe possibile fare al massimo una stazione nell’arco di 500 metri da Comasina. Un aumento di fondi non sarebbe giustificato dalla domanda che insiste su quella direttrice. La metrotranvia, se ben realizzata e fatta funzionare secondo i canoni specifici di questo mezzo (in primis i semafori asserviti), risponde in pieno a questa domanda. Riguardo al traffico di superficie, questo, a mio parare, non ha nessun diritto di tutela in quanto sovradimensionato e legato esclusivamente alla scarsità attuale del servizio pubblico. Una volta realizzata la metrotranvia non ci saranno più scuse e Milano e la sua area metropolitana potrà finalmente avvicinarsi agli standard delle altre grandi città europee in merito al rapporto tra numero di auto e cittadini.

      Mi piace

  2. Si vede che non conosce la viabilità della Comasina nei primi kilometri che la distanziano da Milano, dove confluiscono diversi accessi alle autostrade che non si possono eliminare con i mezzi pubblici. Come si spiega poi la MM5 che fa lo stesso percorso per un buon tratto della Metrotramvia diretta a Cinisello. La MM5 è piena e la metrotramvia vuota. Ci sono troppe differenze tra i vari territori della Milano metropolitana: i più potenti hanno mezzi di trasporto, rivalutazioni delle aree e santi in Paradiso che governano… agli altri solo le tasse da pagare!!!!! Con la scarsa possibilità di partecipazione popolare che ci presenta il nuovo istituto della città metropolitana la situazione, purtroppo, si aggraverà. Ci aspettano anni non facili….

    Mi piace

    1. La sovrapposizione della MM5 e della metrotranvia per Cinisello e i suoi derivano in parte da una programmazione frammentaria e in parte sono dovuti ad un’evoluzione troppo lenta del sistema. Se la metrotranvia per Cinisello avesse tutti i semafori asserviti sarebbe molto più interessante. Inoltre, a mio parere, dovrebbe essere molto più estesa. La MM5 è destinata a proseguire verso Monza, quando ci saranno i soldi per farlo; lo stesso si potrebbe dire per la Linea 31 verso Milano o in funzione interperiferica.
      Per quanto riguarda lo spazio per il rinnovo della metrotranvia dai progetti esiste eccome, a meno che non si voglia incrementare le corsie per il traffico privato, esattamente l’opposto di quanto progettato.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...